Crea sito

Matrimonio tradizionale Giapponese

Riti, simbolismi e costumi del classico matrimonio tradizionale Giapponese

Nella serie animata Prendi il mondo e vai, precisamente nell’episodio 07 intitolato “Kim e Vera” vediamo Tatsuya e Minami posare in abiti da sposa occidentali per un servizi fotografico ma come si svolge un matrimonio tradizionale in Giappone?

Matrimonio tradizionale GiapponeseIn un matrimonio tradizionale giapponese, quando una coppia si decide a sposarsi, viene organizzata, in un giorno propizio dal “Tomobiki” (almanacco giapponese), una “Yui-no” o cena formale per il fidanzamento durante la quale vengono donati regali per augurare felicità e fortuna ai futuri sposi.  La lista di regali è chiamata “Mokuroku” e varia in base a famiglia ed alla regione di provenienza.

Gli abiti tradizionali: La Sposa e Lo Sposo

Durante la cerimonia, sposa e sposo indossano il kimono da cerimonia e si cambiano quattro volte per simboleggiare l’attitudine della sposa al quotidiano come vuole l’antica tradizione dello “Oironaoshi”.

La sposa può scegliere di indossare lo “Shiromuku” (tradizionale abito bianco) o un kimono ricamato colorato ma di kimoni ne esistono diversi tipi: il “Kakeshita” ( tipico kimono nuziale a maniche lunghe svolazzanti che possiamo trovare in due tipologie, il Shiro Kakeshita” bianco candido a tinta unita con una leggera damascatura del tessuto e “l’Iro Kakeshita” colorato con decori dipinti a mano o ricamati) ; e “l’Hiromuku” che è uguale all’Uchikake ma di colore bianco privo di disegni e motivi.La giovane indossa, sotto al kimono da cerimonia, un capo di colore bianco che simboleggia la purezza, lo “Shiro-Muku”, il sotto kimono bianco è coperto da un kimono di colore rosso, “l’ Uchikake” , decorato e ricamato da un filo d’oro con simboli di buon auspicio e salute come fantasie floreali, gru e natura.

L a sposa con lo Shiromuku”, il tradizionale abito bianco

Sopra il “Bunkin Takashimada” (acconciatura tipica), la sposa può indossare lo “Tsunokakushi” (“corna di demone”) o la versione più voluminosa “Watabooshi”, copricapi di seta bianca a forma di cappuccio che simboleggiano l’obbedienza allo sposo. Il volto della sposa è coperto da polvere bianca, gli occhi delineati di nero e la bocca di rosso acceso.

Matrimonio tradizionale Giapponese

Matrimonio tradizionale Giapponese

La sposa, è solita utilizzare accessori per capelli, calzature zori con calzini tabi, l’obi, un ventaglio, un Hakoseko (piccolo portafogli chiuso da una fascia che viene inserito nello scollo a V del kimono), un Kanzashi metallico (indossato in una bustina apposita infilata nell’Hakoseko), ed un Kaiken (arma per suicidarsi in caso di affronto all’onore ed infilato nell’obi).

Matrimonio tradizionale Giapponese
accessori della sposa

Dopo il classico kimono bianco per la sposa arriva il momento di indossarne uno colorato per poi cambiare di nuovo.

Matrimonio tradizionale Giapponese
L’ Hakama, il tradizionale abito da Sposo

Lo sposo indossa “l’Hakama” (gonna pantalone), un vestito di colore generalmente nero che va a coprire un sotto-kimono bianco e un kimono montsuki con gli stemmi di famiglia. Per climi freddi viene aggiunto un soprabito.

Dove si svolge la cerimonia?

La cerimonia viene celebrata secondo il rito shintoista (matrimonio tradizionale giapponese) in Santuari Shintoisti (jin-ga, residenza degli dei) o a casa dello sposo; oggi possono essere celebrati anche in abitazioni “Tokonoma” cioè l’alcova della casa, o templi Shinto in miniatura.

Generalmente il matrimonio viene celebrato, come precedentemente accennato, in giorni propizi (generalmente in primavera ed autunno) o giorni specifici del calendario shintoista per in quali occorre una prenotazione anche più di un anno prima.

Come si svolge?

Il rito viene celebrato da un sacerdote che indossa una tradizionale veste bianca, un cappello di taffettà (eboshi) e uno scettro (shake). Spesso è aiutato da una o due attendenti (miko) vestite con giacca bianca e gonna pantalone (hakama) rossa.

La cerimonia inizia con il rito della purificazione ove gli sposi ed i partecipanti alla cerimonia, si purificano con l’acqua delle fontane poste all’ ingresso di ogni tempio.

Gli sposi si posizionano di fronte al sacerdote il quale si inchina all’altare annunciando il matrimonio alle divinità con preghiere e benedizioni. Dietro agli sposi troviamo i testimoni seguiti dai genitori e dagli altri parenti dal più anziano al più giovane.Matrimonio tradizionale GiapponeseNel corso della cerimonia avviene il rito del san-san-kudo (che simboleggia l’unione tra gli sposi e le loro famiglie) ove gli sposi bevono piccoli sorsi di saké da tre tazze di dimensioni diverse posizionate sull’ altare insieme a frutta, sale e riso il tutto accompagnato da musica tradizionale al termine della quale la coppia è considerata sposata.

Come si conclude?

Lo sposo recita un giuramento di fedeltà ed obbedienza ed anche i genitori possono bere il sakè per suggellare l’unione tra i propri figli seguendoli poi verso il santuario per l’offerta agli dei: gli sposi, tenendo in mano un ramo di pianta sempreverdesi inchinano due volte, battono due volte le mani e si inchinano nuovamente offrendo i rami alla divinità del dio Kamisana per dimostrare la sincerità delle proprie intenzioni. Al termine di quest’ultimo rituale, gli sposi lasciano il santuario ed inizia il ricevimento.

Matrimonio tradizionale GiapponeseIn Touch, nell’episodio menzionato in precedenza, Minami e Tatsuya indossano abiti da sposi occidentali e in altri Shoujo possiamo vedere delle coppie che si sposano in chiesa con tali abiti. I matrimoni in questo stile, in Giappone, non hanno alcun valore legale.

Fonte: ilbiancoeilrosa, japancoolture, kimonowikia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.